Valerie Geerts - IPHM

Stress Management & Burnout Coach

Mindfulness

Milano 

E-coaching

iphmlogo-approved-therapist.jpg

+39 3334704793

P.Iva: 10691520968

  • Instagram
  • Facebook Icona sociale

©2019 by Valerie Geerts - Stress Management & Burnout Coach. Proudly created with Wix.com

Come aumentare il livello di energia dopo un burnout?



Tra gli sintomi più significativi di un burnout c’è la stanchezza, la quale si manifesta anche in conseguenza ad azioni comuni di vita quotidiana, non particolarmente dispendiose di energia, come ad esempio fare shopping o portare fuori il cane. Com’è possibile riacquistare le energie perse?


Questo dipende dalla fase di recupero in cui ci si trova. A seguire, vengono spiegate le 3 fasi passo per passo e illustrato come recuperare velocemente le forze.


Le 3 fasi di recupero e l'aumento dell’energia:


1. La fase di accettazione

Hai appena saputo di soffrire un burnout e, forse, non ci credi nemmeno. D’altronde sono cose che non ti possono capitare, vero? Sei sempre stato in grado di fare tutto, alla perfezione, impossibile che ora tocchi proprio a te.

In questa fase è fondamentale imparare ad accettare l’esaurimento o il burnout per poter prendere lo spazio per lavorare su se stessi. Il riposo è importante, anche se con un alto livello di adrenalina, potrebbe essere che il corpo si rifiuti. Sappi che queste sensazioni appartengono a questa fase, è naturale. Permettendo al corpo il rilassamento di cui ha bisogno, si farà in modo che di ripristinare l’equilibrio. Un aiuto potrebbe essere utile perché questa fase potrebbe provocare paura e panico.

Che cosa fare in questa fase per aumentare le energie: riposare, dormire a sufficienza (in caso di problemi di sonno è anche possibile sdraiarsi e/o fare esercizi di rilassamento), chiedere aiuto per le attività domestiche e evitare più possibile tutto ciò che causa stress.

2. La fase di recupero


In questa fase potrebbe verificarsi un peggioramento della stanchezza, perché hai accettato il fatto di soffrire di stress o burnout e il confrontarsi con certi argomenti sensibili e conflittuali suscita delle emozioni. Il processo di recupero oscillerà con alti e bassi, è normale.

Che cosa fare in questa fase per aumentare le energie: Inserire pause alle attività lavorative, imparare ad ascoltare nuovamente il tuo corpo, iniziare a praticare delle attività fisiche moderate (passeggiate, yoga, andare in bicicletta). E’ consigliabile andare a camminare insieme a qualcuno di cui ti fidi e con cui potresti parlare. In questa fase avrai di nuovo voglia di intraprendere degli hobby o attività che avresti voluto fare da sempre, ma per le quale non hai mai trovato il tempo.


3. La fase ricostruttiva


Durante questa fase avrai di nuovo abbastanza energia e vorrai scoprire sempre di più nuove cose. La stanchezza non sarà ancora del tutto sparita, e spesso, a fine giornata, ti sentirai affaticato. Nelle fasi precedenti sei diventato più forte, hai lavorato sul tuo benessere fisico e mentale e ora affronterai anche il benessere sociale, in altre parole, le relazioni sociali.

Che cosa fare in questa fase per aumentare le energie: fare attività fisica, fare quello che ti piace per davvero, mantenere l’equilibrio tra sforzo e relax, metterti al centro, dormire a sufficienza, mangiare in modo variato e sano, imparare a comunicare con assertività e a dire di no.


#burnout, #recuperostress, #fasiburnout, #energia